Roberta-Gambarini-nuoro-jazz

Roberta Gambarini a Nuoro Jazz 2022

Masterclass Internazionale di canto Jazz con Roberta Gambarini.

Roberta Gambarini

Un’opportunità unica quest’anno a Nuoro Jazz. Ritorna, dopo la pausa dovuta alla pandemia, la masterclass internazionale di Nuoro Jazz. Protagonista Roberta Gambarini, torinese, che vive da tanti anni negli USA, dove è una fra le vocalist più ricercate ed apprezzate.
Dal 25 al 27 agosto la masterclass ed il 28 agosto il suo concerto, accompagnata dalla ritmica dei docenti di Nuoro Jazz, Dado Moroni, Stefano Bagnoli, Salvatore Maltana ed Emanuele Cisi al sassofono.

Roberta Gambarini è celebrata in tutto il mondo dai critici e da molti dei più grandi jazzisti, la vocalist  di Torino è ormai una star che fra gli altri riconoscimenti ha ricevuto due nomination ai Grammy Awards per miglior Jazz vocal album. Ha cantato in tournée e concerti e registrato con alcuni dei più grandi jazzisti della scena mondiale come Jimmy Heath, Benny Carter, James Moody, Tootie Heath, Roy Hargrove, Dave Brubeck, Hank Jones, Paquito D’Rivera, la Dizzy Gillespie Allstars Big Band, Chucho Valdes, Emanuele Cisi e molti altri. Per due volte è stata indicata come Singer of the Year dagli International Jazz Journalists.

Qualche giudizio su Roberta Gambarini di critici e artisti

“R-O-B-E-R-T-A G-A-M-B-A-R-I-N-I …..remember this name. She’ll be the best singer around for quite a while.” (James Moody)

“Gambarini is a true successor to Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan and Carmen McRae.” (Boston Globe)

“Gambarini is a gem…an urbane, swinging singer with a voice so pure and a phrasing so silky, it seems to flow like water from a spring.” (Seattle Times)

“…blessed with superb musicality and an intuitive grasp of jazz vocal elements…” (Los Angeles Times)

“Amazing stuff….all of it.” (Don Heckman, LA Times)

“Gambarini is the real deal.” (Steve Eddy, OC Register)

“She is a vocal virtuoso, and nearly everything about her singing is perfect – her intonation, her ear for harmony, her vocal tone, her time. So too is her taste.” (The New York Sun)

“… a singer whom musicians have long known as one of the greats… breathtaking.” (Michael Brecker)

“ The Best singer to emerge in the last 60 years” ( Hank Jones)

“I’ve had some experience with singers over the years, and I’m hard pressed to name one who did it better than Roberta.” (Hank Jones)

“Playing with her is one of the highlights of my life.” (Hank Jones)

“Roberta is one of the greatest singers of all time!” (Paquito D’Rivera)

Alessandro-Palmeri-nuoro-jazz

Un suono ritrovato – Alessandro Palmeri

“Un suono ritrovato” Alessandro Palmeri, violone

Alessandro Palmeri, violone Simone Cimapane

7 luglio 2022 ore 19.00 – museo Nivola ORANI
Ingresso gratuito

“Un suono ritrovato” 

Il programma è dedicato ad un repertorio di rara esecuzione, quello dell’epoca dei violoni e dei primordi del violoncello, attraverso le musiche di autori italiani del ‘600 fino a toccare le vette compositive delle suites Bach. Il protagonista del concerto è uno strumento molto particolare, un violone italiano costruito a Roma nel 1685 da Simone Cimapane, liutaio e suonatore di strumenti bassi nella seconda metà del Seicento che in diverse occasioni suonò con Arcangelo Corelli.

Programma

Giuseppe Colombi (1645-1694)  Tromba e Ciaccona per il violone

Domenico Gabrielli (1659-1690) VI Ricercare per violoncello

Giovanni Battista Vitali (1632-1692) Capriccio e Passagalli per il violone

 Vincenzo Toscano (1970) Antùra (2021)

Johann Sebastian Bach (1685-1750) Suite n° 1 in sol maggiore per violoncello solo

 Giovanni Battista Vitali (1632-1692) Toccata e Ruggiero per il violone

A proposito del violone “Simone Cimapane”

Lo strumento è stato costruito da Simone Cimapane a Roma nel 1685. Simone Cimapane lavorava a Roma come liutaio e suonatore di strumenti bassi nella seconda metà del Seicento e suonò con Arcangelo Corelli. Si trova registrato tra i membri della Società del Centesimo creatasi tra i soci della Congregazione di S. Cecilia a Roma nel 1688. Il suo nome è inoltre presente in alcune liste di strumentisti dell’archivio del cardinale Pamphili, musicisti che suonarono con Corelli. Con ogni probabilità Simone Cimapane è il padre di Bartolomeo Cimapane, attivo dalla fine del Seicento e per i primi decenni del Settecento come contrabbassista nelle orchestre corelliana e romane in generale. La famiglia dei Cimapane conta anche almeno ancora un violinista e un cantante. 

Il ‘violone’ oltre a costituire una preziosa testimonianza per le dimensioni originali (quasi tutti gli strumenti analoghi dell’epoca furono ridotti nel corso del XIX secolo per diventare violoncelli della misura attuale), deve la sua unicità al fatto che si tratta di uno degli strumenti che suonarono a Roma con Corelli. Per le sue caratteristiche, che ne fanno un ‘unicum’ nell’ambito degli strumenti musicali storici, è da considerarsi un bene del patrimonio musicale italiano.

Alessandro Palmeri

Si è formato alla scuola violoncellistica palermitana, frequentando in seguito diversi corsi di alto perfezionamento. Ha tenuto concerti in qualità di 1° violoncello e da solista in Europa, Russia, Canada, Stati Uniti, Sud America, Israele, Giappone, Cina per conto di prestigiose istituzioni musicali quali Festival Internazionale di musica contemporanea di Varsavia, Nuova Consonanza, Teatro Massimo di Palermo, Festival Scarlatti, Radiotelevisione Svizzera Italiana, Blumental Festival di Tel Aviv, Festival Internazionale di San Pietroburgo, New York University, Bologna Festival, Bimhuis di Amsterdam, Auditorio Nacional de Madrid, Festival Vancouver, Festival Innsbruck, Teatre des Champs Elysees, Fukuoka Festival, Bunka Kaykan di Tokyo, Lufthansa Festival, San Francisco Conservatory, Lincoln Center di New York. 

Ha collaborato stabilmente con orchestra da camera “Gli Armonici” e con lo “Zephir Ensemble”, con il quale ha realizzato un interessante percorso rivolto alla musica del novecento, contemporanea ed all’improvvisazione attraverso i laboratori “Musica su più Dimensioni” ed a numerose prime esecuzioni assolute. Negli anni ’90 si è avvicinato al repertorio barocco con strumenti originali, frequentando i corsi della Fondazione Cini di Venezia e attraverso collaborazioni con vari ensembles di musica antica, Auser MusiciStudio di musica antica Antonio Il VersoLa VenexianaCantica SimphoniaLes Elementes,Les Musiciens du Prince, Bozen Baroque Orchestra, L’Astrée e l’Academia Montis Regalis, I Barocchisti, collaborando con musicisti quali Savall, Kuiyken, Coin, Onofri, De Marchi, Astronio, Fasolis, Bartoli, Dantone. Ha fondato nel 2006 Il Ricercar Continuo, ensemble dedito al repertorio barocco per strumenti bassi.  Collabora stabilmente con Imaginarium, con I Barocchisti e con l’Accademia Bizantina.

Ha preso parte attivamente al Progetto Vivaldi in collaborazione con l’Istituto per i Beni Musicali del Piemonte e la casa discografica Naive per l’incisione dei manoscritti vivaldiani conservati alla Biblioteca Nazionale di Torino. Nel giugno 2009 è stato invitato a ricoprire il ruolo di primo violoncello in seno all’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado. Ha collaborato come primo violoncello solista dell’ orchestra Cipango Consort di Tokyo. Ha inciso per Tactus, Florentia Musicae, Stradivarius, Symphonia, Amadeus, Opus 111, Naive, ZigZag, Hyperion, Harmonia Mundi, Deutch Grammofone, Brilliant, Passacaille. E’ regolarmente invitato a tenere seminari di violoncello barocco e stages di formazione presso Istituzioni musicali italiane ed estere. 

Tra i suoi strumenti, un prezioso violone romano annoverato tra gli strumenti dell’orchestra di Arcangelo Corelli.

Quartetto Enarmonia nuoro jazz

Quartetto Enarmonia

Quartetto Enarmonia – prima esecuzione mondiale dei quartetti di Bartolomeo Bruni – 16 giugno Nuoro

Il Quartetto d’Archi  F.J.Haydn, F.Schubert e … Antonio Bartolomeo Bruni … una piacevole e inedita scoperta” 

Alessandro Puggioni, violino
Alessio Manca, violino
Gioele Lumbau, viola  
Francesco Abis, violoncello

16 giugno 2022 ore 20.00 – Spazio Ilisso via Brofferio  NUORO
Biglietti in vendita presso CTS a Nuoro e online sulla piattaforma Ciaotickets

Il Quartetto Enarmonia è il protagonista del secondo concerto della XXXVI stagione concertistica dell’Ente Musicale di Nuoro con la direzione artistica di Sara Meloni. I musicisti sassaresi faranno scoprire al pubblico nuorese due dei quartetti del compositore Antonio Bartolomeo Bruni, che saranno eseguiti a Nuoro in prima esecuzione mondiale. Riscoprire Bartolomeo Bruni è stato il frutto di una curiosità, sapendo che c’è un repertorio italiano da camera in generale, specie nella seconda metà del 18° secolo, che deve essere ancora indagato più a fondo.

Uno dei primi studiosi fu il musicologo Fausto Torrefranca che intuì l’influenza degli autori italiani nella formazione di quello stile che sarà poi chiamato classicismo se non addirittura romanticismo, seppure con ben altri sviluppi stilistici e formali. Bruni e contemporanei italiani rimangono diversi dai più noti Mozart e Haydn (considerato il padre proprio del quartetto), si tratterebbe di riconoscerne le peculiarità senza fare paragoni di valore. 

Infatti, la più nota produzione quartettistica di Boccherini, proprio per la sua originalità non paragonabile a Mozart e contemporanei austro tedeschi, è stata rivalutata per la sua eccellenza. I 48 quartetti di Bruni composti in pochi anni durante i suoi studi giovanili, a una prima lettura, sembrano essere stilisticamente omogenei, improntati alla ricerca della cantabilità e di una ritmica con caratteri popolareggianti. Il lavoro di trascrizione e correzione ad opera del pianista e compositore Jacopo Tore e il musicologo Giuseppe Fochesato viene oggi reso pubblico con la prima esecuzione assoluta da parte del “Quartetto Enarmonia”.

Programma

F.J.Hyadn             Quartetto op. 76 n. 3 “Imperatore”

Allegro – Poco adagio cantabile – Menuetto, Allegro – Finale, Presto

A.Bartolomeo Bruni       dal libro III

Quartetto in re maggiore n. 4       Allegro brillante – Rondò

Quartetto in mi bemolle maggiore n. 6      Allegro comodo – Rondò allegretto

F.Schubert          Quartetto op. 29 D 804 “Rosamunde”

Allegro ma non troppo – Andante – Minuetto, Allegretto – Allegro moderato

Per l’ingresso al concerto saranno seguite tutte le norme di mitigazione dell’infezione da SARS-CoV-2 in vigore.
I biglietti sono in vendita sulla piattaforma Ciaotickets e a Nuoro al CTS (ExMè piazza Mameli).

Quartetto Enarmonia

QUARTETTO ENARMONIA

Il Quartetto d’archi Enarmonia, esplicitazione cameristica dell’Associazione Progetto Enarmonia, è di recente costituzione; vanta già diverse collaborazioni con le realtà associative territoriali e figure musicali importanti del panorama musicale nazionale: sono frequenti le collaborazioni con il Seminario Arcivescovile di Sassari, Associazione Corale Luigi Canepa, Banco di Sardegna, Associazione LABohème, Associazione Polifonica Santa Cecilia, Associazione Mondo-X Sardegna, Associazione Arte in Musica, Associazione Archivio “M. Cervo”, Musiklab Academy, Accademia Casa di popoli, culture e religioni, Comune di Sassari ed altri enti; attive le collaborazioni con figure illustri del panorama musicale nazionale quali i M° Pietro Scalvini, Michelangelo Lentini, Gabriele Croci, solo per citarne alcuni. 

Nel corso del 2021 l’Associazione Progetto Enarmonia è stata promotrice di diverse iniziative e manifestazioni musicali: la stagione concertistica “Classica in Seminario 2021” in collaborazione con il Seminario Arcivescovile di Sassari, la rassegna di beneficienza “i Concerti al Carmelo” e la manifestazione “Note di Speranza 2021” in collaborazione con l’Associazione Mondo-X Sardegna; Molara Music Festival 2021, due appuntamenti concertistici presso i consorzi di Puntaldia e Punta Molara, segno tangibile dell’azione culturale orientata a coprire diverse aree del territorio provinciale. Progetto Enarmonia è stata invitata, con l’orchestra d’archi Enarmonia, a presenziare inoltre al festival estivo organizzato dalla Musiklab Academy e nella stagione concertistica dell’Associazione Arte in Musica, attraverso appunto l’esibizione del Quartetto Enarmonia. 

Tutti i membri del Quartetto Enarmonia affiancano, alla carriera artistica, l’attività didattica, insegnando presso le istituzioni AFAM e le Scuole Secondarie di II grado.

La XXXVI stagione dell’Ente Musicale di Nuoro è resa possibile dal sostegno della Regione Autonoma della Sardegna, Fondazione di Sardegna, Istituto Superiore Regionale Etnografico.

FM-Nuoro-Jazz-2022

XXXIV Nuoro Jazz 2022

Aperte le iscrizioni ai Seminari Nuoro Jazz 2022

Dopo due edizioni condizionate dall’emergenza Covid-19, Nuoro Jazz riprende a pieno regime il suo cammino: dal 23 al 31 agosto ritornano i seminari organizzati dall’Ente Musicale di Nuoro, una delle iniziative più apprezzate e consolidate nel panorama nazionale della didattica jazzistica. E insieme alle lezioni, in programma nella Scuola Civica di Musica in via Tolmino, ritorna (già dal 22) anche il festival che, come sempre, si snoderà in parallelo ai corsi con i suoi concerti allo Spazio Ilisso in via Brofferio, al Museo MAN in via Sebastiano Satta, e nel Giardino della Biblioteca Satta in piazza Asproni.

Fondati nel 1989 da Paolo Fresu con la compianta Antonietta Chironi, presidente all’epoca dell’Ente Musicale di Nuoro, i seminari possono contare sull’esperienza e la competenza dei musicisti che compongono l’affiatato corpo docente con la direzione artistica del contrabbassista Salvatore MaltanaFrancesca Corrias (per la classe di canto), Emanuele Cisi (sassofono), Fulvio Sigurtà (tromba), Marcella Carboni (arpa jazz), Dado Moroni (pianoforte), Max De Aloe (armonica cromatica), Bebo Ferra (chitarra),  Paolino Dalla Porta (basso e contrabbasso), Stefano Bagnoli(batteria), Salvatore Spano (teoria e armonia, tecnica dell’improvvisazione) ed Enrico Merlin (storia del jazz), oltre allo stesso Salvatore Maltana (basso elettrico).

Oltre alle lezioni strumentali, di teoria, storia e musica di insieme, il programma didattico comprende, come di consueto, una masterclass internazionale, che quest’anno vedrà in cattedra  la cantante Roberta Gambarini (dal 25 al 27 agosto), e il corso tenuto dalla sound engineer Marti Jane Robertson.

L’iscrizione ai corsi costa ancora 300 euro, ma la retta è ridotta a 240 euro per chi si iscrive entro il 31 maggio.

Si pagano invece 200 euro per frequentare la sola masterclass di Roberta Gambarini.

duo-Perfetto-nuoro-jazz

“Il violoncellista del Tango argentino” Duo Perfetto

“Il violoncellista del Tango argentino” 

Duo Perfetto

Clorinda Perfetto, pianoforte  
Roland Witt, violoncello

5 maggio 2022 ore 20.30 – Auditorium Giovanni Lilliu – Museo del Costume  NUORO
Biglietti in vendita presso CTS a Nuoro e online sulla piattaforma Ciaotickets

Clorinda Perfetto al pianoforte e Robert Witt al violoncello sono i protagonisti del grande concerto, incentrato sulla musica di Jose’ Bragato, il violoncellista e compositore di Astor Piazzolla, che apre all’auditorium del Museo del Costume, la XXXVI stagione concertistica dell’Ente Musicale di Nuoro con la direzione artistica di Sara Meloni.

Programma

Jose’ Bragato: Milontan;
Ennio Morricone: Il pianista sull’oceano;
David Popper: Tarantella;
R. Schumann: Fantasiestuecke;
C. Gardel: El dia que me quieras;
J. Bragato: Triste Y Samba;
Astor Piazzolla: Primavera Portena;
J. Bragato: Tango Vanguardista;
J. Bragato: Para Elsita;
A. Piazzolla: Oblivion;
J. Bragato: Tango Impressionista;
A. Piazzolla: l’Escualo;
J. Bragato: Walzer di Laura;
J. Bragato: Se que te perdi;
Arturo Marquez: Danzon;
J. Bragato: Graciela Y Buenos Aires

Per l’ingresso al concerto saranno seguite tutte le norme di mitigazione dell’infezione da SARS-CoV-2 in vigore.
I biglietti sono in vendita sulla piattaforma Ciaotickets e a Nuoro al CTS (ExMè piazza Mameli)

Clorinda Perfetto e Robert Witt, si sono esibiti in oltre 250 concerti tra Europa, Russia e Sud America, nonché in programmi radiofonici e televisivi (RAI3, Sintony, Radio3 Suite, Sardegna Uno, Radio Venice Classics,TCS, Videolina, Radio Nacional Argentina, Radio Mar del Plata, ect.).

Attraverso il cd “Complete Kapustin” (Brilliant Classics) e “Da Bonaria a Buenos Aires” (LimenMusic), contenente eccezionali arrangiamenti di musica sarda e argentina di Josè Bragato e Astor Piazzolla, Clorinda e Robert incantano il pubblico in un ampio repertorio che spazia dal tango al Jazz. Nel 2019 hanno registrato il loro arrangiamento inedito delle 4 stagioni di A. Vivaldi per clavicembalo e violoncello realizzato presso la Scuola Grande di san Rocco a Venezia.

Nel 2020 durante la significativa tourneè “Vanguardista” post covid, il duo Perfetto è stato il primo ad inaugurare, dopo sei mesi di silenzio, luoghi quali l’Internationales Theater Frankfurt, Il festival internazionale “VivaCello” in Svizzera, Il Goldbekhaus di Hamburg, la Konzertsaal im Musikinstumenten Museum di Stuttgart, la Konzertsaal Christuskirche a Dresden, e il festival internazionale “Musik aus Dresden” a Birkinfeld. Poche settimane fa sono stati ospiti dei “Concerti del Quirinale” nella Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale a Roma, con lo stesso programma che ascolteremo a Nuoro.

La XXXVI stagione dell’Ente Musicale di Nuoro è resa possibile dal sostegno della Regione Autonoma della Sardegna, Fondazione di Sardegna, Istituto Superiore Regionale Etnografico.

medinea nuoro jazz ente musicale

MOA – Medinea on Air

Medinea On Air (link ) è un programma di formazione online, supportato dall’Unione Europea con il programma Erasmus+, che unisce sei partners di diversi paesi della regione Mediterranea, aderenti della rete MEDINEA: il Festival di Aix-en-Provence in Francia, L’Escola Superior de Musica di Lisbona in Portogallo, L’ARC Art Research and Consultancy di Malta, il MIAM Istanbul Technical University di Istanbul in Turchia, il Conservatorio di Lubiana in Slovenia e l’Ente Musicale di Nuoro.

Il progetto si prefigge di fornire una preparazione specifica per musicisti classici ed improvvisatori che aspirano a partecipare alle audizioni per le sessioni della Mediterranean Youth Orchestra e delle Medinea Sessions ma, più ampiamente, lo scopo è di arricchire la preparazione musicale dei giovani musicisti.

Per questo motivo il programma, che si articolerà in diverse sessioni che si succederanno da Aprile 2022, per circa due anni, con questi argomenti: Audition and Competition PreparationDigital TechnologyCareer Development and Human, Social and Entrepreneurial Skills and Aesthetics, Cultures, Identities and Artistic Encounters.

A questo link la pagina dedicata a Medinea on Air sul sito della rete Medinea, con tutte le informazioni e la possibilità di seguire i moduli già svolti e aderire alle prossime sessioni.

Il programma è completamente gratuito e rivolto ai giovani musicisti da 16 a 30 anni.

ente musicale nuoro

Sostieni l’Ente Musicale di Nuoro

Sostieni l’Ente Musicale di Nuoro, diventa socio!

È aperta la Campagna soci 2022

Il 5 maggio inizia la stagione concertistica 2022 dell’Ente Musicale di Nuoro. Sostienilo col tuo contributo!

Diventa socio e aiuterai l’Ente Musicale di Nuoro a portare avanti le sue attività, solo nel 2022 ci saranno quasi 30 manifestazioni. Dal 1987 a oggi sono state oltre 1500 i concerti e le altre manifestazioni organizzate dall’Ente Musicale.

Associandoti all’Ente Musicale di Nuoro:

  • avrai diritto alla riduzione sul costo di biglietti e abbonamenti per i concerti
  • avrai la possibilità di partecipare alle assemblee e alla vita sociale dell’Ente 

La quota sociale annua è di euro 25 e dà diritto alla riduzione sul costo di biglietti e abbonamenti.

La quota di socio sostenitore è di euro 100 e comprende l’abbonamento per l’ingresso a tutte le manifestazioni organizzate durante l’anno.

L’attività prevista per il 2022 dall’Ente Musicale di Nuoro comprende la Trentaseiesima stagione concertistica classica con grandi interpreti internazionali, con inizio a maggio e fine a dicembre. Ad agosto la trentaquattresima edizione del festival Nuoro Jazz e dei Seminari Internazionali.

Concerto di Natale ‘Wolcum Yole’ nuoro ente musicale

Concerto di Natale ‘Wolcum Yole’

Arpa Beatrice Melis
Violoncello Paolo Tedde
Solisti e coro del Complesso Vocale di Nuoro
Direzione Franca Floris
23 dicembre 2021 ore 20.30 – Chiesa di San Domenico Savio  NUORO
Ingresso gratuito – Obbligo di Green Pass

Wolcum Yole, uno dei brani di “A Ceremony of Carol”di Benjamin Britten, è il titolo del tradizionale concerto di Natale del Complesso Vocale di Nuoro diretto da Franca Floris, con i solisti Beatrice Melis e Paolo Tedde, che conclude la XXXV stagione dell’Ente Musicale di Nuoro. 

Oltre alle musiche di Britten, sono in programma musiche di Mendelsshon, Kodaly, Busto, Whitacre, Bonato, Holst.

Beatrice Melis – arpa 

Beatrice Melis, dopo aver iniziato gli studi di arpa presso il Conservatorio L.Canepa di Sassari, si diploma sotto la guida della Prof.ssa Alessandra Penitenti presso il Conservatorio “A.Steffani” di Castelfranco Veneto. Nel 2012 ha conseguito il Diploma Accademico di II livello indirizzo Interpretativo-Arpa presso il Conservatorio “N.Sala” di Benevento, sotto la guida della Prof.ssa Nicoletta Sanzin con votazione 110/110 e lode e menzione d’onore. Nel 2015 ottiene “cum laude” il Master in Performance alla KULeuven Univesity (Belgio), LUCA Muziek-campus Lemmens, nella classe di arpa di Mrs. Lieve Robbroeckx. Nel 2018 ottiene il Master in Pedagogy al Conservatorio della Svizzera italiana, Lugano, sotto la guida di Lorenza Pollini. Ha frequentato numerose Masterclasses tenute da rinomate arpiste: J.Liber, L.Rossi, M.Bassani, N.Sanzin, I.Jones, G.Wentink, I.Moretti, Fabrice Pierre. Nel 2011 vince l’audizione per la JuniOrchestra Advanced dell’Accademia Santa Cecilia. 

Nello stesso anno risulta idonea all’audizione del Teatro Arena di Verona. Nel 2016 vince l’audizione indetta dal teatro lirico di Cagliari. Ha collaborato con l’orchestra della fondazione Arena di Verona, con l’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, con la Sinfonica Siciliana di Palermo, con l’orchestra Frascati Symphonic e con la Faroese Symphony Orchestra. In qualità di prima e seconda arpa è stata diretta dalle bacchette dei seguenti direttori: M.Tilkin, D.Renzetti, A.Chauan, A.Tamayo, C.Rizzari, F.Ciampa, T.Netopil, X. Zhang, M.Jurowski. Nel 2016 ha suonato il concerto di Mozart per flauto e arpa diretta dal maestro Pavel Berman nell’ambito della rassegna Mozart experience a Lugano. Molto interessata alla musica d’insieme e in particolare al repertorio contemporaneo ha fatto parte dei seguenti progetti e formazioni: “Erasmus intensive programme, ESSNewM” voce recitante Quirino Principe; “Ensemble900”; “Ensemble Contemporaneo Ticino”, “Gioventù Musicale Italiana”; “Tuscan Music and Theatre International Festival” eseguendo la prima esecuzione italiana del Il Tamburino, melologo della compositrice Birke Bertelsmeier. 

In qualità di arpa concertante, ha eseguito in prima assoluta, il concerto per violoncello e orchestra di Daniel Pacitti, sotto la direzione di Andreas Laake alla Kammermusiksaal della Philarmonie di Berlino.

Paolo Tedde – Violoncello

Paolo Tedde nasce a Sassari nel 1996. All’età di quattro anni si avvicina alla musica frequentando i corsi propedeutici presso la scuola musicale “Anni Verdi” e solo successivamente approfondendo lo studio del pianoforte. Intraprende, a 11anni, lo studio del violoncello nel Conservatorio di Musica L. Canepa di Sassari sotto la guida del M° Angelo Nappi con il quale si diploma e nell’ottobre del 2021 conclude il biennio specialistico col massimo dei voti. Durante gli anni di formazione ha avuto la possibilità di seguire masterclass con importanti maestri, tra i quali il M° Pietro Nappi, M° Robert Witt, M° Luca Fiorentini, M°Emanuele Galanti e il M° Marco Scano con il quale prosegue il suo percorso di studi tuttora.

Ha iniziato il percorso orchestrale fin dai primi anni dell’Orchestra Junior del Conservatorio e tutt’ora suona e collabora con diverse orchestre come l’ Orchestra del conservatorio L. Canepa, orchestra Filarmonica della Sardegna e Orchestra Marialisa de Carolis all’interno della sua stagione lirica. Suona frequentemente in gruppi da camera tra i quali quartetti e piccole formazioni con le quali ha potuto svolgere concerti, masterclass e seminari all’interno del Conservatorio e non, con il M° A. Bartoletti , il M° Riccardo Leone, il Quartetto Prometeo, e  laboratori di musica antica e barocca con il M° Tommaso Luison.

Nel giugno 2017 ha collaborato con l’orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani a Roma, L’Aquila e al Festival dei due Mondi di Spoleto, lo stesso anno partecipa ai corsi di perfezionamento con il Quartetto Fonè all’Entroterre festival. Da Gennaio 2020 è violoncello di fila presso La Toscanini Next. È il violoncellista del quartetto Koeso.    

Complesso Vocale di Nuoro

 Il “Complesso Vocale di Nuoro” svolge intensa attività di studio di repertori incentrati su periodi, autori,generi corali diversi ai quali affianca un’ altrettanto intensa attività concertistica. 

Ospitato in rassegne, festival, stagioni musicali in Italia ed all’estero, ha conseguito premi in concorsi nazionali ed internazionali in tutte le categorie nelle quali si è presentato: coro misto, femminile, maschile, gruppi vocali solistici e nei diversi generi corali affrontati: musica antica, repertorio madrigalistico, musica romantica, contemporanea, canto popolare.

Si avvale di prestigiose formazioni strumentali ed istituzioni musicali nazionali per l’allestimento di opere del periodo rinascimentale, barocco e classico. Impegnato nella valorizzazione degli autori di musica corale contemporanea ha all’attivo diverse prime esecuzioni assolute. Compositori quali: A.Basevi (1957); J.Busto (1949); E.Miaroma (1962); (F. Resch (1957); A.Sanna( 1932); M.Schneider;(1965) M. Zuccante (1962) hanno dedicato al CVN loro opere. Il CVN è diretto, fin dalla sua fondazione da Franca Floris.

Franca Floris

Diplomatasi in Canto Artistico sotto la guida del soprano A.Chironi, presso il Conservatorio di Musica “L.Canepa” di Sassari,  ha studiato Composizione e Direzione di Coro con J. Jurgens; Canto Gregoriano con: L.Agustoni, A. Albarosa, G.Milanese, J. B. Goeschl. 

Determinante per la formazione da direttore di coro l’incontro e l’assidua collaborazione con il compianto Maestro vicentino Piergiorgio Righele. 

È chiamata da enti ed associazioni nazionali ed internazionali a tenere corsi di vocalità, direzione ed interpretazione corale ed a far parte di giurie nazionali ed internazionali in concorsi corali e di composizione corale. Attualmente fa parte della Commissione artistica della FENIARCO ( federazione nazionale delle associazioni corali regionali).

Ryutaro-Suzuki-nuoro-ente-musicale-

Ryutaro Suzuki, recital pianistico

Ryutaro Suzuki, pianoforte

13 dicembre 2021 ore 20.30 – Scuola Civica di Musica “Antonietta Chironi” via Tolmino  NUORO
Biglietti in vendita presso CTS a Nuoro e online sulla piattaforma Ciaotickets

Con il concerto di Ryutaro Suzuki, uno dei più promettenti giovani pianisti della scena musicale europea e giapponese, prosegue e si avvia alla conclusione la XXXV stagione dell’Ente Musicale di Nuoro.

L’Ente Musicale partecipa anche con questo concerto alle celebrazioni per i 40 anni della Scuola Civica di Musica dedicata ad Antonietta Chironi, fondatrice dell’Ente Musicale di Nuoro e direttrice ed ispiratrice dell’istituzione della Scuola Civica di Musica a Nuoro.

Verranno rispettate le norme di prevenzione e limitazione dell’infezione da COVID-19 Per l’accesso alla sala è necessari esibire il Green Pass. I posti sono limitati ed è fortemente consigliato l’acquisto in prevendita. 

“Recital pianistico di Ryutaro Suzuki”

PROGRAMMA:
-L.v.Beethoven : Sonata N°6 Op.10-2
-F.Liszt : Harmonies du Soir
-J.S.Bach : Prélude and Fuga in F minor, BWV857
-L.v.Beethoven : Sonata N°31 Op.110

Ryutaro Suzuki

Il pianista giapponese Ryutaro Suzuki è uno dei talenti internazionali più promettenti di questo periodo. Vive a Parigi e si esibisce in Europa, Sud America, Asia e soprattutto Giappone, dove a 9 anni è iniziata la sua carriera, col suo primo concerto da solista.
Si è già esibito in numerosi e importanti festival in Europa come il Sommets Musicaux di Gstaad (Svizzera), il Festival di Nohant (Francia), il Festival Chopin a Parigi. Si è esibito come solista con importanti orchestre come la Tokyo Philharmonic Orchestra, la National Odessa Philharmonic Orchestra, la National Symphony Orchestra of Colombia, l’Orchestra del Conservatorio di Parigi e la Louisiana Philharmonic Orchestra.

È nato a Kamakura in Giappone e si è trasferito a Parigi nel 2008 per studiare al Conservatorio di Parigi (CNSMDP), dove ha studiato con Bruno Rigutto, Hortense Cartier-Brésson, Michel Béroff e Michel Dalberto. Si è particolarmente interessato, durante gli anni del diploma di perfezionamento, alle parafrasi per pianoforte di Liszt di varie opera liriche. Ha anche studiato con Marta Grabocz (Université de Strasbourg). Al momento continua I suoi studi con il pianista georgiano Eliso Virsaladze, oltre ad aver studiato con Sergio Perticaroli, Gabriel Tacchino, Juan Lago e Murray Perahia.

Ryutaro Suzuki ha vinto numerosi premi in importanti competizioni internazionali, fra le altre: primo premio al 17 International Piano Competition Ile-de-France, secondo premio al sesto Piano Competition in memora di Emil Gilels, Premio Maurice Ravel alla Ravel International Academy, due premi speciali special alla sesta edizione dell’ International Tbilisi Piano Competition, migliore interpretazione di musica spagnola alla ventisettesima edizione dell’International Piano Competition Ciudad de Ferrol.

Il suo ricco repertorio spazia dal barocco al contemporaneo, come dimostrato dalle sue incisioni discografiche: Scarlatti, Mozart, Ravel, Liszt per il suo primo album (Claves records/LabelG, 2017) e Debussy, Ibert, Otaka per il suo secondo album (Editions Hortus, 2020). Nel 2016 ha inciso la prima mondiale degli “Jazz Etude” di T.Escaich.

nuoro_jazz

XXXIII Nuoro Jazz 2021

Il Festival Internazionale Nuoro Jazz, promosso dall’Ente Musicale di Nuoro.

Martedì 17 agosto 2021

h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23

Marcella Carboni  arpa elettroacustica  TRAME – Un ritratto personale del jazz italiano

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Elias Lapia quartet Elias Lapia. Mariano Tedde, Massimo Russino, Salvatore Maltana

Mercoledì 18 agosto 2021

h 18.30 Auditorium Biblioteca Satta

Enrico Merlin “4 passi nel jazz”

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Fabrizio Bosso quartet “WE4” Fabrizio Bosso, Julian Oliver Mazzariello, Jacopo Ferrazza, Nicola Angelucci

Giovedì 19 agosto 2021

h 18.30 Auditorium Biblioteca Satta

Paolo Fresu presenta il libro “La Storia del Jazz in 50 ritratti”

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Bebo Ferra trio “Voltage” Bebo Ferra, Gianluca DI Ienno, Nicola Angelucci

Venerdì 20 agosto 2021

h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23

Bebo Ferra “Jazz vs.Corona” chitarra solista

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Maurizio Congiu quartet “INDOMU” Baptiste Herbin, Maurizio Congiu, Julian Caetano Le Prince, Martin Wangermée

Sabato 21 agosto 2021

h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23

Naomi Berrill “Suite Grazia” violoncello e voce

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Max De Aloe quartet “Just for one day” viaggio intorno alla musica di David Bowie Max De Aloe, Roberto Olzer, Marco Mistrangelo, Nicola Stranieri

Domenica 22 agosto 2021

h 18:30 ONIFAI  anfiteatro comunale

Sade Mangiaracina & Salvatore Maltana

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Emanuele Cisi quartet “DISTANZA” Emanuele Cisi, Eleonora Strino, Marco Micheli, Enzo Zirilli

Lunedì 23 agosto 2021

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Sade Mangiaracina trio “Madiba” Sade Mangiaracina, Marco Bardoscia, Gianluca Brugnano

martedì 24 agosto 2021

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

Bagnoli, Blake, Dalla Porta, Moroni, Sigurtà

Fulvio Sigurtà, Dado Moroni, Paolino Dalla Porta, Stefano Bagnoli and Seamus Blake

Mercoledì 25 agosto 2021

h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23

Elias Lapia & Simone Faedda

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni

“Cara Grazia” Elikes trio Matteo Pastorino, Emanuele Contis, Pierluigi Manca, Andrea Serra, Giampaolo Selloni, Marco Moledda

Giovedì 26 agosto 2021

h 21:00 Teatro Eliseo

MEDINEA Session  Fabrizio Cassol e i musicisti della Intercultural Creation Session della rete Medinea: Alexandros Kentris, Ines Coville,  Athina Siskaki, Simon Riou, Wajdi Riahi, Pierre Martin, Oscar Viret, Ottavia Rinaldi

Concerti serali dal 17 al 24 agosto: primi posti numerati 10 euro (intero) e 8 euro (ridotto) secondi posti numerati 8 euro (intero) e 5 euro (ridotto) Concerti serali del 25 e 26 agosto: posti numerati 8 euro (intero) e 5 euro (ridotto)
E’ fortemente raccomandato l’acquisto in prevendita
Concerti pomeridiani: posto unico 1 euro Per questi concerti prenotazione presso Ente Musicale di Nuoro: entemusicalenuoro@gmail.com oppure 078436156

Abbonamenti numerati: intero 60 euro, ridotto 40 euro; secondi posti numerati: intero 50 euro, ridotto 30 euro.
Biglietti e abbonamenti in prevendita a Nuoro al CTS (ExMè, piazza Mameli,1) tel 0784 32490, online su www.ciaotickets.com

Nell’attuazione delle misure sanitarie vigenti per contrastare l’emergenza coronavirus, l’ingresso agli eventi del festival sarà consentito a una persona per volta secondo i percorsi indicati dall’organizzazione, rispettando eventuali sensi obbligati di entrata/uscita ove previsti, con l’obbligo di indossare la mascherina, mentre sarà cura dell’organizzazione mettere a disposizione del pubblico il gel per sanificare le mani. Verrà assicurato il corretto distanziamento di un metro tra gli spettatori (sia frontalmente che lateralmente), a eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Sarà consentito l’accesso ai concerti solo a chi in possesso del biglietto e del Certificato di vaccinazione per il COVID-19 o di negatività a test molecolare e/o antigenico nelle 48 ore precedenti (Green Pass). L’accesso sarà vietato, invece, alle persone con una temperatura corporea superiore ai 37 gradi e mezzo.

L’elenco delle presenze verrà conservato per un periodo di quattordici giorni.