22 dicembre – Concerto di Natale

CONCERTO DI NATALE

musiche di Claudio Monteverdi

Complesso Vocale di Nuoro – direzione Franca Floris

Ugo Spanu, organo – Franco Fois, arciliuto – Giorgio Oppo, viola da gamba

22 dicembre 2017 – Teatro san Giuseppe – Nuoro 20.30

locandina Concerto di Natale

Ente Musicale di Nuoro e Complesso Vocale di Nuoro presentano il Concerto di Natale dedicato a Claudio Monteverdi “eccellentissimo Maestro di cappella” nel 450° anniversario dalla nascita.
con: organo Ugo Spanu; arciliuto Franco Fois; viola da gamba Giorgio Oppo; Solisti e Coro del Complesso Vocale di Nuoro
Direzione Franca Floris

Biglietti in prevendita al CTS (ExMè – Piazza Mameli) e la sera del concerto a teatro – Intero 8 euro – ridotti 5 euro riduzioni di legge e soci Ente Musicale – online su www.ciaotickets.com

L’attività dell’Ente Musicale di Nuoro è resa possibile dal contributo dell’Assessorato alla Cultura e Spettacolo della Regione Autonoma della Sardegna e dalla Fondazione di Sardegna – L’Ente Musicale ringrazia per la collaborazione Bocheteatro, la Cooperativa Sociale LARISO e l’Associazione Marranu

 

 

 

 

  • PROGRAMMA
    1.”Salve , Regina” SV 284
    a due Tenori o due Soprani e B.C.
    Soprani: Maria Ganga e Paola Sotgiu
    2.“Quam pulchra es”;“Ave Maria”da “Sacrae Cantinculae tribus vocibus” per tre voci pari
    3.”Litaniae alla Beata Vergine” per coro a sei voci e B.C.
    Soprani: Simona Caria e Paola Sotgiu Contralto: Rina Delogu
    Tenori: Pier Paolo Carta e Sergio Loddoni Basso: Sandro Appeddu
    4.”Venite, venite”a due soprani e B.C.Soprani : Simona Caria e Maria Ganga

    Complesso Vocale di Nuoro
    Il Complesso Vocale di Nuoro in concerto per l’Ente Musicale di Nuoro

    5.Antifona “Magna opera Domini”
    Pierpaolo Carta, Sergio Loddoni, Efisio Oggiano, Luigi Pisano, Pietro Prina, Valerio Sotgiu.
    Salmo 110 “Confitebor III alla francese”per Soprano, coro a cinque voci e B.C.
    Soprano Paola Sotgiu
    6.“Laudate Dominum” a voce sola e B.C.
    Soprano: Valentina Satta
    7.Antifona “Jam hiems transiit”
    Pierpaolo Carta, Sergio Loddoni, Efisio Oggiano, Luigi Pisano, Pietro Prina, Valerio Sotgiu.
    Salmo 126 “Nisi Dominus” per coro a sei voci e B.C.
    8.“Jubilet tota civitas” a voce sola e B.C.
    Soprano: Valentina Satta
    9.Antifona “Speciosa facta es”
    Pierpaolo Carta, Sergio Loddoni, Efisio Oggiano, Luigi Pisano, Pietro Prina, Valerio Sotgiu
    Salmo 147 “Lauda Jerusalem” per coro a cinque voci e B.C.
    10.Antifona e versetti pari
    Simona Caria, Michela Murru, Paola Sotgiu
    “Magnificat” a quattro voci in genere da capella
    * * *
    Dalle Sacrae Cantinculae, pubblicate a soli quindici anni con la dedica al maestro M.A.Ingegneri, alle più ardite composizioni a voce sola, duetti e salmi tratti dalla „Selva Morale e Spirituale“, straordinario contenitore di brani per i più svariati organici e momenti liturgici. Il programma scelto dal Complesso Vocale di Nuoro per il concerto di Natale del 22 dicembre 2017 vuole offrire agli ascoltatori una idea dello straordinario quanto geniale lavoro compositivo di Claudio Monteverdi, fervido e innovativo musicista del quale si celebrano quest‘anno i 450 anni dalla nascita e che con più di 60 opere studiate nel corso degli ultimi trent’anni(canzonette, scherzi,cicli di madrigali, ,salmi, mottetti) è il compositore più eseguito, forse anche il più amato, dal coro. Definito „creatore della musica moderna“ per l‘importanza che riveste nel passaggio dall’estetica rinascimentale, rispettosa della forma e dell’armonia di derivazione fiammingo/palestriniana ( che in essa individuava il culmine della perfezione estetica) a quella che spalanca di fatto le porte allo stile barocco, rompe con una prassi compositiva fondata essenzialmente sulle risorse del contrappunto imitato, accoglie innovazioni stilistiche, non ha paura di impiegare „arditezze compositive“,”deprecabili, travianti tendenze” (Artusi) da „seconda pratica“ che contraddicono in modo palese le regole tradizionali della prima pratica in ragione appunto di una maggiore, consapevole libertà. Arditezze compositive, licenze contrappuntistiche, uso “improprio e contrario alle buone regole” della dissonanza,ricerca ,studio del testo verbale che la musica può e deve mettere in risalto per muovere “gli affetti” dell’animo umano. L’influenza del compositore cremonese fu determinante sia nella musica vocale sacra e profana dei compositori fino ed oltre il nuovo secolo, sia nella sperimentazione dei nuovissimi linguaggi anche solo strumentali. Ecco perché Monteverdi, eccellentissimo Maestro di cappella è considerato, e non a torto, il “creatore della musica moderna”.
     

 

I Protagonisti del concerto

IL COMPLESSO VOCALE DI NUORO

Fondato nel 1984, il „Complesso Vocale di Nuoro” affronta un repertorio corale vasto e diversificato, spaziante dalla monodia gregoriana alla polifonia contemporanea, nello spirito di un costante approfondimento della vocalità, dell’ interpretazione e della prassi esecutiva caratteristiche di ciascuna epoca. Svolge intensa attività concertistica in ambito nazionale ed internazionale proponendo programmi monografici incentrati su autori (G.P. da Palestrina; A.Banchieri; A. e G.Gabrieli; C.Monteverdi; J.S.Bach; F.Mendelssohn B.; J.Brahms; F.Poulenc; A.Pärt), temi (L’Amore, Le Stagioni, Gli Animali, Donne e Madonne, La Vita e la Morte, Terra e Cielo, La Passione e Morte di Cristo, il Natale) o particolari aspetti della letteratura corale. (Il Canto Gregoriano, Il Mottetto, I Cori Battenti/Spezzati, Il Lied, La Chanson, Il Madrigale, La Letteratura Corale Romantica con accompagnamento di pianoforte, La letteratura corale Romantica Sacra a cappella e con accompagnamento di organo, Il Coro Femminile nella letteratura dal Rinascimento ad oggi, Il Repertorio per Coro Maschile dal Canto Gregoriano ad oggi, La Musica Popolare Sarda per coro di estrazione colta, La Letteratura Corale Contemporanea). È spesso ospitato in rassegne, festival, stagioni musicali in Italia ed all’estero ed ha conseguito premi in concorsi nazionali ed internazionali in tutte le categorie nelle quali si è presentato: coro misto, femminile, maschile, gruppi vocali solistici e nei diversi generi corali affrontati: musica antica, repertorio madrigalistico, musica romantica, contemporanea, canto popolare. Si avvale di prestigiose formazioni strumentali ed istituzioni musicali nazionali per l’allestimento di opere del periodo rinascimentale, barocco e classico; particolarmente attiva e produttiva la collaborazione con l’“Ensemble Bizzaria“ del dipartimento di musica antica del conservatorio „G.P. da Palestrina“ di Cagliari e con l’Ente Musicale di Nuoro. Il Complesso Vocale di Nuoro ha rivolto sempre particolare attenzione anche alla didattica corale giovanile e per voci bianche; all’interno del gruppo è attiva una sezione giovanile denominata „Insulae Ichnussae Juvenes Voces“. 

FRANCA FLORIS, direzione

Ha iniziato gli studi musicali presso l‘Istituto Musicale „G.Verdi“ di Alghero, città nella quale è nata. Diplomata in Canto Artistico presso il Conservatorio di Musica „L.Canepa” di Sassari, ha studiato Composizione e Direzione di Coro, tra gli altri, con J.Jurgens; Canto Gregoriano con: L.Agustoni, A.Albarosa, G.Milanese, J.B.Goeschl. Determinante per la formazione da direttore di coro l’incontro e l’assidua collaborazione con il compianto Maestro vicentino Piergiorgio Righele. Ha fondato e dirige il „Complesso Vocale di Nuoro” (formazione mista, femminile, maschile, madrigalistica, giovanile) coro con il quale svolge intensa attività artistica in Italia e all’estero.  Insegna Educazione Musicale presso l’Istituto Comprensivo n° 2 „P. Borrotzu” di Nuoro ed è direttore del Coro di Voci Bianche della stessa scuola. Dirige la sezione giovanile del CVN denominata „Insulae Ichnussae Juvenes Voces”.È chiamata da enti ed associazioni nazionali ed internazionali a tenere corsi di vocalità, direzione ed interpretazione corale ed a far parte di giurie in concorsi corali e di composizione corale nazionali ed internazionali.

UGO SPANU, organo

Nato a Sassari, diplomato in Organo e Composizione organistica nel 1991, ed in Armonia, Contrappunto, Fuga e Composizione nel 1994 a Sassari e in Musica Corale e Direzione di Coro al Conservatorio Musicale di Perugia. Ha studiato pianoforte con Maurizio Barboro, perfezionandosi per la composizione a Roma, con Luciano Pelosi. Dall’età di quindici anni svolge attività concertistica in italia ed all’estero. Nel 1991, bicentenario della morte di W. A. Mozart, ha eseguito in vari centri italiani ed esteri, l’intera opera organistica e le diverse trascrizioni per organo del compositore, registrando in tale occasione per la RAI. Nel 1994 ha frequentato i corsi di alto perfezionamento organistico dell’Accademia Chigiana di Siena. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento in Italia e all’estero, approfondendo lo studio del repertorio organistico romantico e contemporaneo e della musica antica su strumenti storici. Ha proseguito gli studi musicali a Cagliari frequentando la classe di Direzione D’Orchestra, con Giorgio Proietti e poi con Sandro Sanna. Dal 1999 è titolare della cattedra di Organo e Canto Gregoriano al Conservatorio di Sassari. Dal 1999 è direttore del Coro Polifonico Algherese e direttore artistico della rassegna concertistica Estudi Polifònic. Nel 2002 ha collaborato in qualità di supervisore al restauro dell’organo Mascioni della cattedrale di S Maria ad Alghero, di cui ha svolto il collaudo ed il successivo concerto inaugurale, divenendo poi organista della Cattedrale e direttore artistico della Rassegna Internazionale di Musica Organistica giunta ormai alla XVII edizione. Collabora stabilmente in qualità di solista e di basso continuo con vari gruppi corali ed orchestrali.  Dal 2003 è direttore artistico della Scuola Civica di Musica di Ozieri E’organista della Basilica del Sacro Cuore a Sassari.

FRANCO FOIS, arciliuto

Diplomato in Chitarra Classica a Cagliari e successivamente in Liuto, con J. Lindberg,  al “Royal College of Music” di Londra. Ha frequentato seminari di perfezionamento su Liuto, Tiorba, Chitarra Barocca, Basso Continuo, tenuti da A. Bailes, N. North, J. Fresno, H. Smith, P. O’Dette. Ha studiato Danza Rinascimentale e Barocca con i più autorevoli esperti del settore ed ha collaborato, come danzatore e come liutista, con i gruppi di Danza Rinascimentale “Il Ballarino” e “La Follia” di Firenze. Nel 1979 fonda a Cagliari il gruppo di ricerca sulla Musica e la Danza del Rinascimento “Quelli dell’Orco Nuovo” con il quale realizza gli spettacoli: “CHI VUOL ESSER LIETO SIA”, “TEMPI DI FROTTOLE” e “DANTZ MEGDELEIN DANTZ”. Ha firmato lo spettacolo di musica e danza “FESTA PER IL SOLSTIZIO D’ESTATE” che ha debuttato al III Festival di Musica Antica di Lodi nel giugno ’94. Dal 1996 al 2006 è invitato come liutista e come danzatore e professore di danza rinascimentale al “FESTIVAL FLATUS” di Sion (CH). Dal 1999 al 2001 ha diretto la compagnia “Ciascun s’allegri, ciascun s’innamori” di Sansepolcro (AR) con la quale ha rappresentato il Rinascimento italiano a Tokyo nel marzo del 2001. Ha collaborato come continuista con diverse formazioni vocali e strumentali svolgendo attività concertistica, in Italia e all’estero, sia come solista che in duo con J. Fresno (musica spagnola per due vihuele), con M. Marchese (il duo liutistico italiano e inglese), con Naseer Shamma (liuto e ‘ud tra oriente e occidente)  nel concerto dal titolo “Amor Docet Musicam, con Simonetta Soro, assieme alla quale ha inciso per Rivo Alto il CD “Chiare, Fresche, Dolci Acque” (musiche del Rinascimento su versi di Petrarca). Fondatore del complesso di musica barocca “L’Ardito Gracioso” e dell’insieme di voci e strumenti della “Cappella Civica Cagliaritana”, ha fatto parte del quartetto vocale “Scaramella”, ha diretto il trio di liuti “Il Dolcimelo”, ha fatto parte in qualità di primo liuto dell’orchestra di liuti “Dodekachordon” diretta da Jakob Lindberg, è attualmente membro fondatore della European Lute Orchestra e del quartetto di liuti Pacoloni Ensemble. Ancora oggi è intento a riproporre la musica per liuto delle fonti rinascimentali legate all’area friulana e veneta avendo anche pubblicato nel 2005, per l’editrice Livestudio, un saggio intitolato “Dominico Bianchini ditto Rossetto – Un Friulano Musicista e Mosaicista nella Venezia del ‘500. 

GIORGIO OPPO, viola da gamba

Diplomato in violino con il massimo dei voti, svolge da allora intensa attività cameristica con varie formazioni tra cui il Trio Castello e il Quartetto Andala, e nell’ambito della musica contemporanea è membro dello Spaziomusica Ensemble dalla sua formazione. Membro stabile della “ Orchestre des Champs- Élisées” di Parigi dal 1992 con cui ha inciso numerosissimi CD per la Harmonia Mundi e con cui suona regolarmente nei principali teatri d’Europa e del mondo. Avvicinatosi alla Viola da gamba nel 2005 collabora da allora con Ricercare Ensemble diretto da Riccardo Leone.È docente di ruolo di violino al conservatorio di Cagliari dal 1982

Autore dell'articolo: entemusicaledinuoro